Biserica Adventista Romana - Roma

È mai stato Pietro a Roma?

INTRODUZIONEapostolul petru la roma

Sono contento di essere stato invitato a scrivere alcune righe di presentazione per questo libro che affronta un argomento sempre attuale per quanti si cimentano con la lettura seria della Bibbia e vogliono poi confrontarla con i dati storici.  Parlare della presenza dell’apostolo Pietro a Roma è certamente una sfida che è stata raccolta dal pastore Cornelio Lupu Benone. Egli in modo disinvolto affronta quest’argomento per offrire delle testimonianze antiche che siano in grado di aiutare i lettori in questo percorso non semplice.

Era importante avvicinarci a Roma – Caput mundi – in punta di piedi e cercare di cogliere il rapporto fra questa città e i primi cristiani. Ci chiederemo come da questo rapporto inizialmente difficile e tormentato, costellato di sangue e persecuzioni si giunge nel giro di un qualche secolo a parlare persino di una supremazia e dominio del cristianesimo cattolico. Una supremazia che si evidenzia sia nell’impero e sia su tutti coloro che non hanno avuto paura di creare nei confronti della chiesa una vera opposizione. Un intero capito è dedicato a ciò per mettere a fuoco vari movimenti di opposizione, in particolare i Valdesi arrivando fino al tempo della riforma e prendendo anche in considerare i teologi moderni.

Gli aspetti archeologici sono di estrema rilevanza e credo che giustamente Benone Corneliu lo sottolinei nel suo libro. Egli riesce saggiamente ad intrecciare le questioni dei ritrovamenti con quelle delle reliquie. Come ci si mette alla ricerca di una tomba e come si arriva ad identificare la tomba di Pietro in Vaticano, ma rimane ancora la domanda: “Sono state veramente trovate le ossa dell’apostolo Pietro a Roma?” Sono state portate delle prove a favore che sono analizzate, ma ci sono anche delle prove a sfavore o se le vogliamo chiamare in altro modo “prove scomode”.

Il volume prende nella dovuta considerazione le testimonianze storiche offerte dai Padri della chiesa: Clemente Romano, Ignazio d’Antiochia e Dionisio di Corinto; per ognuno di essi l’autore dedica un capitolo.

In modo molto saggio l’autore vuole coinvolgere il lettore a farsi una sua idea, presenta la documentazione e le testimonianze ma lascia il lettore con un capitolo conclusivo e dal titolo interrogativo: “E’ mai stato Pietro a Roma ?”.

Stiamo leggendo queste righe, allora abbiamo il volume fra le mani, non ci resta che immergerci con passione in questa lettura che sarà sicuramente stimolante.

Dottore Francesco Mosca

Questo è un libro gratis online. Scarica ora.

È mai stato Pietro a Roma